TOP

Responsabilità civile

Nell’ambito della responsabilità civile, lo studio ha maturato una competenza specifica in tema di responsabilità dei medici e degli ospedali.

Sono altresì oggetto di trattazione specialistica le questioni attinenti la circolazione automobilistica, il prodotto difettoso e la responsabilità del produttore (tanto in relazione ai generi di largo consumo che per quanto relativo alle forniture industriali), la responsabilità datoriale per gli infortuni sul lavoro, la responsabilità dei professionisti (avvocati, notai, revisori dei conti, sindaci, commercialisti, broker assicurativi ed agenti di assicurazione), la responsabilità della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati legata alla proprietà ed alla custodia del patrimonio stradale e dei beni immobili.

Per quel che attiene il tema della contrattualistica assicurativa, l’attività abbraccia ogni genere di questione, dalle assicurazioni contro i danni diretti (incendio, furto, infortuni e malattie) a quelle afferenti tutti i rami dell’assicurazione della responsabilità civile, fino all’assicurazione sulla vita; ciò tanto sotto il profilo della cura del contenzioso che nell’ambito della predisposizione di clausole contrattuali e di pareri.

L'avvocato Chiarappa assiste la propria clientela anche in relazione a contenziosi relativi ad inadempimenti contrattuali (contratti di trasporto, agenzia, appalto, compravendita e assicurazione).

Materiale di interesse

La prova del danno da nascita indesiderata

La Corte di Cassazione (sent. 9251/2017) conferma il proprio precedente orientamento secondo il quale il genitore che agisce per il risarcimento del danno da nascita indesiderata ha l'onere di provare che la madre avrebbe esercitato la facoltà d'interrompere la gravidanza - ricorrendone le...
Continua a leggere

Parto e asfissia del nascituro

La Cassazione Civile con la sentenza 8664/2017 censura e cassa con rinvio una sentenza di merito che aveva escluso, per mancanza di prova sul nesso di causalità, la risarcibilità del danno patito dal neonato per lesioni cerebrali da ipossia, pur in presenza di un accertato comportamento omissivo...
Continua a leggere

Responsabilità tra appaltatore e committente

Il Tribunale di Milano è intervenuto sul tema della responsabilità tra committente, appaltatore e sub-appaltatore per danni causati a terzi, affermando che l’appaltatore, una volta adempiuto l’obbligo, ex art. 1663 cod. civ., di dare avviso al committente dell’erroneità o lacune...
Continua a leggere

Danno da perdita di chance per il danno subito da studente deve essere provata nello specifico

La Cassazione Civile (sentenza n. 6488/2017) in tema di danno da perdita di chance ad uno studente che abbia subito una menomazione dell’integrità psicofisica a causa dell’altrui condotta illecita, ritiene che tale pregiudizio possa sussistere in rapporto alla difficoltà o addirittura...
Continua a leggere

Il danno da vacanza rovinata per rapina comprendo il danno patrimoniale e quello non patrimoniale

La Cassazione Civile riprende una recente sentenza del giudice di legittimità (Cass. n. 14662/15) per cui “Il danno non patrimoniale da vacanza rovinata richiede la verifica della gravità della lesione e della serietà del pregiudizio patito dall'istante, al fine di accertarne la compatibilità...
Continua a leggere

La responsabilita' dell'appaltatore ex art. 1669 c.c. si applica anche alle ristrutturazioni

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione (sentenza n. 7756/2017) hanno stabilito il principio per cui la responsabilità dell’appaltatore ex art. 1669 c.c. sussiste anche in caso di rovina, pericolo di rovina o gravi difetti a seguito di opere di ristrutturazione edilizia e interventi di...
Continua a leggere

Responsabilita' medica da mancato consenso informato

Un momento fondamentale nella relazione medico-struttura-paziente è quello della programmazione dell’iter diagnostico e terapeutico da attuare in relazione alla malattia del paziente sicchè diviene decisivo l’obbligo informativo che viene riconosciuto in capo al sanitario al fine della...
Continua a leggere

Niente lucro cessante se la vedova prende il posto del marito deceduto

La Cassazione Civile (sentenza n. 5605/2017) afferma che la vedova dell’amministratore unico di una società che assume il ruolo del marito dopo la morte di questo in un incidente stradale non ha diritto al danno patrimoniale da lucro cessante....
Continua a leggere

Danno biologico permanente e termine per il calcolo

La Cassazione Civile (sentenza n. 3121/2017) afferma che il danno biologico permanente va liquidato non dalla data del sinistro, ma dalla cessazione di quello temporaneo. Occorre fare riferimento all’età della vittima non alla data del sinistro, ma a quella di cessazione dell’inabilità...
Continua a leggere

Caduta dalle scale mobili di un centro commerciale

Il Tribunale di Como con sentenza dell'11/01/2017 ha condannato una società al risarcimento dei danni subiti da una cliente di un centro commerciale a causa della caduta dalle scale mobili. La sentenza è importante perchè l'attore aveva citato in giudizio sia il proprietario del centro...
Continua a leggere

Pagina 12 di 14