TOP

Immobiliare e diritto condominiale

Lo studio dell’avvocato Francesco Chiarappa assiste clienti nelle operazioni di acquisto, vendita e locazioni di immobili (case, ville, proprietà di lusso e uffici) ubicati in Italia.

Viene fornita assistenza legale nella fase iniziale di valutazione dell’immobile, in quella della negoziazione e redazione del contratto preliminare di vendita o locazione, dei rapporti con la banca in caso di erogazione del mutuo e dell’atto notarile di acquisto.

L’avvocato Chiarappa, in particolare, assiste clienti stranieri sin dal 2005 maturando una notevole esperienza nella consulenza legale immobiliare mediante un approccio pratico e chiaro finalizzato alla rapida soluzione delle diverse problematiche.

Lo studio si serve di consulenti di fiducia (dottori commercialisti, ingegneri, architetti e geometri) per offrire un servizio integrato di qualità alla clientela.

Materiale di interesse

Risarcimento danni per mancata autorizzazione e locatore

Il conduttore non può pretendere dal locatore il risarcimento del danno a causa del mancato rilascio delle autorizzazioni amministrative necessarie all'uso dell'immobile in quanto la relativa obbligazione non grava sul proprietario. Si ricorda infatti che, salvo patto contrario, non è onere del...
Continua a leggere

Ratifica della assemblea dei condomini sul nuovo avvocato

L'assemblea dei condomini deve ratificare le iniziative giudiziali autonomamente promosse dall'amministratore e fuori dalla sua sfera di competenza quando il nome dell’avvocato incaricato per un contenzioso è diverso da quello della delibera iniziale. Lo ricorda la Corte di Appello di Milano...
Continua a leggere

Risoluzione del preliminare e recesso

Se il contratto preliminare prevede la risoluzione in caso di mancata consegna del certificato di agibilità dell'immobile entro il termine pattuito, il promissario acquirente può ottenere solo lo scioglimento del contratto e la restituzione di tutto quanto già versato a titolo di acconto, ma non...
Continua a leggere

Annullamento piano di riparto

La mancata esibizione delle documentazione di spesa e delle relative bollette di pagamento rendono annullabile la delibera condominiale di approvazione del consuntivo ed il relativo riparto di gestione. L'amministratore doveva esporre e documentare l'entità dei costi sostenuti e la verità ed...
Continua a leggere

Colpa del singolo e responsabilta' del condominio

Scivolare per la presenza di immondizia sulle scale condominiali non rende responsabile il condominio, poichè le inadempienze dei singoli condomini, se estranee al potere di controllo dell'amministratore, non possono essere addebitate al condominio.Lo precisa la Corte di Cassazione (sentenza...
Continua a leggere

Pignoramento presso terzi dell'Agenzia della Riscossione

L'atto di pignoramento presso terzi eseguito dall'agente della riscossione ex articolo 72-bis del Dpr 602/1973 in sede di esecuzione esattoriale anche se finalizzato alla riscossione coattiva di crediti erariali non acquisisce solo per ciò la natura di atto pubblico, conservando, invece la natura...
Continua a leggere

Opposizione a decreto ingiuntivo e canoni di locazione

L'opposizione al decreto ingiuntivo emesso per il pagamento del canone del contratto di locazione si propone con ricorso (rito locatizio) e non con atto di citazione.Lo ricorda la Corte di Cassazione (sentenza 10143/2016)Lo studio opera in tutta Italia. Se necessita di consulenza, desidera...
Continua a leggere

Amministratore e tutela della estetica dello stabile

L'amministratore di condominio può agire in giudizio senza la previa autorizzazione dell'assemblea per la conservazione dell'estetica della facciata dello stabile condominiale. La controversia nasceva da un giudizio di impugnazione di una delibera della assemblea condominiale convocata per decidere...
Continua a leggere

Negozi a piano terra e servizi comuni

I proprietari dei negozi al piano strada devono pagare le spese per i beni comuni perché conta la destinazione potenziale dei beni all’uso comune e non il loro effettivo utilizzo da parte di ciascun condòmino. In mancanza di una diversa e specifica convenzione, si deve accertare se le spese si...
Continua a leggere

Revoca giudiziale dell'amministratore di condominio

Se l'amministratore di condominio è stato revocato giudizialmente non è possibile alcuna prorogatio e l'eventuale avviso di convocazione da lui inviato e conseguente delibera è nulla.Lo ha deciso il Tribunale di Fermo (sentenza 608/2017).Se necessita di consulenza, desidera gratuitamente il testo...
Continua a leggere

Pagina 6 di 12