TOP

Immobiliare e diritto condominiale

Lo studio dell’avvocato Francesco Chiarappa assiste clienti nelle operazioni di acquisto, vendita e locazioni di immobili (case, ville, proprietà di lusso e uffici) ubicati in Italia.

Viene fornita assistenza legale nella fase iniziale di valutazione dell’immobile, in quella della negoziazione e redazione del contratto preliminare di vendita o locazione, dei rapporti con la banca in caso di erogazione del mutuo e dell’atto notarile di acquisto.

L’avvocato Chiarappa, in particolare, assiste clienti stranieri sin dal 2005 maturando una notevole esperienza nella consulenza legale immobiliare mediante un approccio pratico e chiaro finalizzato alla rapida soluzione delle diverse problematiche.

Lo studio si serve di consulenti di fiducia (dottori commercialisti, ingegneri, architetti e geometri) per offrire un servizio integrato di qualità alla clientela.

Materiale di interesse

L'amministratore di condominio puo' agire in giudizio senza autorizzazione dell'assemblea

La Cassazione Civile (sentenza n. 4183/2017) conferma che l'amministratore di condominio, nell'ambito della propria sfera di poteri, è legittimato a promuovere e resistere in giudizio, anche proponendo appello, senza necessità di essere autorizzato dall'assemblea dei condomini. ...
Continua a leggere

Il contratto di locazione non registrato e' nullo e il proprietario non puo' ottenere lo sfratto

La Cassazione Civile (sentenza n. 25503/16) ha affermato che il contratto di locazione non registrato è giuridicamente nullo e la prestazione compiuta in esecuzione di un contratto nullo costituisce un indebito oggettivo regolato dall’art. 2033 c.c..In assenza di contratto registrato il...
Continua a leggere

Il giudice del lavoro decide le controversie per il rilascio dell'immobile da parte del portiere dello stabile

La sentenza del 06/12/2016 del Tribunale di Milano afferma che la controversia per ottenere il rilascio dell'alloggio concesso al portiere di uno stabile condominiale alla cessazione del rapporto di lavoro deve essere incardinata presso il giudice del lavoro poichè si tratta di prestazione...
Continua a leggere

Il cortile e tutti i beni che danno aria e luce sono condominiali

Riguardo la nozione di cortile la Corte di Cassazione si è espressa tramite la sentenza n. 2532/2016 sostenendo che tutti gli spazi liberi esterni alle facciate degli edifici, le aree scoperte con funzione di accesso (parcheggi e depositi) e quelle che forniscono aria e luce (cavedio) sono...
Continua a leggere

Invalidita' della delibera di installazione dell'ascensore se rende piu' difficoltoso l'accesso alle parti comuni

La Cassazione Civile (sentenza n. 24235/2016) ha stabilito che in tema di deliberazioni dell’assemblea di condominio, è da considerarsi invalida, in quanto lesiva del diritto dei singoli condomini sulle parti comuni, la decisione con cui si stabilisce l’installazione di un ascensore che renda...
Continua a leggere

Conoscenza dell'avviso di convocazione dell'assemblea dei condomini in caso di avviso di giacenza

La Cassazione Civile (sentenza n. 22311/2016) ha stabilito che la presunzione di conoscenza dell’avviso di convocazione dell’assemblea indirizzato al condomino a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, in caso di sua assenza o di soggetti abilitati a riceverlo, si perfeziona con l’avviso...
Continua a leggere

Prova del maggior danno risarcibile in caso di ritardata consegna dell'immobile in locazione

Il danno risarcibile al locatore per la ritardata consegna dell’immobile locato alla cessazione del contratto è stabilito in via presuntiva dall’art. 1591 c.c. nella misura del canone dovuto, salvo il maggior danno che deve essere provato dal locatore secondo il principio generale di cui...
Continua a leggere

Validita' della disdetta orale del contratto di locazione abitativa

La Cassazione Civile (sentenza n. 11808/2016) ha stabilito che la disdetta del contratto di locazione abitativa alla seconda scadenza, nel modello di cui all’art. 2, comma 1, L. n. 431/1998, non richiede a pena di nullità né la comunicazione mediante raccomandata né la forma scritta....
Continua a leggere

Condominio e criteri di determinazione e quantificazione della responsabilita' per danni da lastrico solare

Le Sezioni Unite della Cassazione Civile (sentenza n. 9449/2016) hanno stabilito che in tema di condominio negli edifici, allorquando l’uso del lastrico solare non sia comune a tutti i condomini, dei danni che derivino da infiltrazioni nell’appartamento sottostante rispondono sia il proprietario...
Continua a leggere

Annullabilita' della delibera dell'assemblea condominiale sulla ripartizione delle spese per posti auto

La Cassazione Civile (sentenza n. 1898/2017) ha statuito che è nulla, anche se addirittura assunta all'unanimità, la delibera che modifichi il criterio legale di ripartizione delle spese e che costituisce innovazione vietata ai sensi dell'art. 1120, comma 2, c.c. l'assegnazione in via esclusiva e...
Continua a leggere

Pagina 12 di 12