TOP

Diritto societario e commerciale

Lo studio assiste clienti in relazione a questioni di diritto commerciale fornendo consulenza in relazione a contratti di agenzia, appalti di servizi, distribuzione, franchising, cessione e trasferimento aziende o rami di azienda, ATI e contratti di rete.

Lo studio fornisce consulenza legale su aspetti di natura commerciale anche a favore di start-up e per il reperimento di finanziamenti (fondi comunitari e nazionali) per il lancio o consolidamento di iniziative imprenditoriali.

Viene fornita attività di assistenza legale, stragiudiziale e giudiziale, anche con riferimento a questioni di diritto societario.

Lo studio assiste i propri clienti nel contesto di operazioni societarie, quali ad esempio compravendite di partecipazioni societarie, operazioni societarie straordinarie quali fusioni, scissioni, trasformazioni e aumenti di capitale, liquidazioni societarie e contenziosi in materia societaria (ad esempio azioni di responsabilità nei confronti di amministratori).



Materiale di interesse

Reclamo alla sentenza dichiarativa di fallimento

Nel giudizio di reclamo contro la sentenza dichiarativa di fallimento ai sensi dell'art. 18 della legge fallimentare, il termine per la costituzione della parte è perentorio, anche in mancanza di un'espressa dichiarazione normativa, senza che tuttavia il suo mancato rispetto implichi decadenza...
Continua a leggere

Amministratori e sindaci di societa' sono responsabili dei danni causati ai creditori

Risarciscono i creditori per la cattiva gestione del gruppo assicurativo gli amministratori e i sindaci della società, in liquidazione coatta, che hanno consentito una gestione “unipersonale”Lo ha stabilito la Corte di Cassazione 31204/2017. Lo studio opera in tutta Italia. Se necessita di...
Continua a leggere

Russian roulette nel diritto societario e sua efficacia

Il patto denominato russian roulette (roulette russa) all'interno del patto parasociale non è nullo. Tale previsione stabilisce che, in caso di stallo decisionale tra soci, la situazione si risolva con l'acquisizione dell'intero capitale sociale da parte di uno dei soci.Lo ha stabilito il Tribunale...
Continua a leggere

Credito del consulente nel fallimento dopo il concordato preventivo

Nel fallimento che intervenga in seguito al concordato preventivo, il credito del professionista per i compensi derivanti dall’opera svolta nella precedente fase di accesso al concordato stesso ha natura prededucibile.Lo afferma la Corte di Cassazione con la sentenza n. 27694/2017.Lo studio opera...
Continua a leggere

Riassunzione giudizio in caso di fallimento

Il termine per la riassunzione del processo dopo la dichiarazione di fallimento decorre, per il curatore fallimentare, dal momento in cui questi ha conoscenza “legale” del giudizio su cui opera l’interruzione. Nel caso specifico la conoscenza legale era stata integrata perchè il legale della...
Continua a leggere

Azione del socio verso la capogruppo

L’azione di responsabilità nei confronti della capogruppo da parte del socio della controllata non deve essere preceduta da una preventiva richiesta di risarcimento da fare valere sul patrimonio della controllata stessa.Lo precisa la Corte di Cassazione (sentenza 29139/2017).Lo studio opera in...
Continua a leggere

Compensazione tra debito per aumento di capitale e credito pecuniario

E' possibile la compensazione tra il debito del socio sorto in occasione della sottoscrizione di un aumento di capitale con il credito pecuniario da lui precedentemente vantato a meno dell'esistenza di una delibera in senso contrario.Lo precisa il Tribunale di Roma (sentenza 06/02/2017).Lo studio...
Continua a leggere

Creditori e piano di riparto

Possono proporre impugnazione contro il progetto di riparto solo i creditori tempestivi che hanno proposto opposizione contro l’esclusione dal passivo o che hanno in corso un procedimento di estromissione dal passivo cui sono stati ammessi.Lo afferma il Tribunale di Monza (ordinanza del...
Continua a leggere

Responsabilità dei sindaci dopo la cessazione dal mandato

I sindaci di società di capitali rispondono in solido con gli amministratori, per violazione dell'obbligo di vigilare, con professionalità e diligenza, sull'osservanza della legge e dello statuto e sul rispetto dei principi di correttezza amministrativa nella gestione della società, a nulla...
Continua a leggere

Fallimento in estensione dei soci

I creditori che hanno proposto l’istanza di fallimento nei confronti di un imprenditore devono partecipare anche al procedimento di fallimento in estensione dei soci della società dichiarata fallita previsto dagli articoli 15 e 147 comma 5 della legge fallimentare; essi sono portatori di un...
Continua a leggere

Pagina 4 di 11