TOP

Diritto societario e commerciale

Lo studio assiste clienti in relazione a questioni di diritto commerciale fornendo consulenza in relazione a contratti di agenzia, appalti di servizi, distribuzione, franchising, cessione e trasferimento aziende o rami di azienda, ATI e contratti di rete.

Lo studio fornisce consulenza legale su aspetti di natura commerciale anche a favore di start-up e per il reperimento di finanziamenti (fondi comunitari e nazionali) per il lancio o consolidamento di iniziative imprenditoriali.

Viene fornita attività di assistenza legale, stragiudiziale e giudiziale, anche con riferimento a questioni di diritto societario.

Lo studio assiste i propri clienti nel contesto di operazioni societarie, quali ad esempio compravendite di partecipazioni societarie, operazioni societarie straordinarie quali fusioni, scissioni, trasformazioni e aumenti di capitale, liquidazioni societarie e contenziosi in materia societaria (ad esempio azioni di responsabilità nei confronti di amministratori).



Materiale di interesse

Cattiva gestione dell'amministratore

La cessione di uno o più rami d’azienda a un prezzo “vile” disposta dall’amministratore unico in favore di sé stesso, poco prima della dichiarazione di fallimento, integra un’ipotesi di responsabilità per mala gestio.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (n. 2500/2018). Per consulenza...
Continua a leggere

Socio amministratore e diritto di informazione

Compete anche al socio-amministratore di società a responsabilità limitata il diritto, previsto dall'articolo 2476, secondo comma del codice civile di ricevere notizie sullo svolgimento degli affari sociali e di consultare i libri e i documenti relativi alla gestione societaria compiuta dagli...
Continua a leggere

Arti figurative e disegno industriale

In tema di diritto d'autore esiste differenza tra le opere delle arti figurative, tutelate dall'articolo 2 n. 4 della legge 633/1941, e quelle del disegno industriale, tutelate dal n. 10 del medesimo articolo, in quanto la caratteristica di queste ultime risiede nel fatto che esse trovano la loro...
Continua a leggere

Trasferimento di azienda e cessione dei rapporti contrattuali

In tema di trasferimento d'azienda, la "regula iuris" di cui all'art. 2258 c.c., concernente il trasferimento al cessionario "ipso iure" di tutti i rapporti contrattuali a prestazioni corrispettive non aventi carattere personale, trova applicazione non soltanto ai contratti d'azienda, ma anche ai...
Continua a leggere

Istanza insinuazione al passivo e data certa

La mancanza di data certa nelle scritture prodotte dal creditore, che proponga istanza di ammissione al passivo fallimentare, si configura come fatto impeditivo all'accoglimento della domanda e oggetto di eccezione in senso lato, in quanto tale rilevabile anche di ufficio dal giudiceLo ha stabilito...
Continua a leggere

Sindaci e controllo sugli amministratori sociali

Il collegio sindacale deve verificare che gli amministratori compiano la stessa nel rispetto di tutte le regole che disciplinano il corretto procedimento decisionale, nelle concrete circostanze. Perciò, a fronte di iniziative anomale da parte dell'organo amministrativo di società per azioni, i...
Continua a leggere

Risarcimento del danno per revoca senza giusta causa dell'amministratore

In caso di revoca dell'amministratore di spa, senza giusta causa, a carico della società scatta la sola responsabilità contrattuale relativa al lucro cessante per i compensi non percepiti rispetto alla scadenza naturale. La responsabilità, sempre di tipo contrattuale, per la violazione delle...
Continua a leggere

Responsabilità della impresa affittante per i debiti contratti dalla impresa affittuaria

Sussiste la responsabilità dell’impresa affittante per i debiti contratti dall’affittuario nell’esercizio dell’azienda. Lo stabilisce la Corte di Cassazione (09/10/2017) modificando l'orientamento precedente che invece la negava.Se necessita di consulenza su di un caso analogo, informazioni...
Continua a leggere

Notifica via pec alla società fallita

La notifica del ricorso per fallimento va notificato all’indirizzo PEC del debitore, anche qualora la società sia in liquidazione e sia nominato un liquidatore, non essendo idonea la notifica presso la sede sociale. Lo stabilisce la Corte di Cassazione (ordinanza 29630/2017).Se necessita di...
Continua a leggere

Marchi e nome patronimico

In materia di marchi, nell'ipotesi che un nome patronimico rappresenti già il marchio adottato da un imprenditore per produrre e commercializzare prodotti dello stesso genere, non è consentito ad altri l'utilizzo dello stesso patronimico come marchio anche se sono presenti elementi di...
Continua a leggere

Pagina 3 di 11