TOP

Diritto societario e commerciale

Lo studio assiste clienti in relazione a questioni di diritto commerciale fornendo consulenza in relazione a contratti di agenzia, appalti di servizi, distribuzione, franchising, cessione e trasferimento aziende o rami di azienda, ATI e contratti di rete.

Lo studio fornisce consulenza legale su aspetti di natura commerciale anche a favore di start-up e per il reperimento di finanziamenti (fondi comunitari e nazionali) per il lancio o consolidamento di iniziative imprenditoriali.

Viene fornita attività di assistenza legale, stragiudiziale e giudiziale, anche con riferimento a questioni di diritto societario.

Lo studio assiste i propri clienti nel contesto di operazioni societarie, quali ad esempio compravendite di partecipazioni societarie, operazioni societarie straordinarie quali fusioni, scissioni, trasformazioni e aumenti di capitale, liquidazioni societarie e contenziosi in materia societaria (ad esempio azioni di responsabilità nei confronti di amministratori).



Materiale di interesse

Definizione dello stato di insolvenza

La Corte di Cassazione (ord. n. 7802/2018) ha affermato che lo stato di insolvenza sottende un giudizio di inidoneità solutoria strutturale del debitore, oggetto di una valutazione complessiva: quanto ai debiti, il computo non si limita alle risultanze dello stato passivo nel frattempo formato ma...
Continua a leggere

Compensazione aumento di capitale e finanziamento soci

È legittimo che il socio di Srl, a seguito della sottoscrizione di un aumento di capitale sociale (anche se deliberato per ricostituzione del capitale ridotto o azzerato a causa di perdite), esegua il conferimento dovuto compensando il debito originato dalla sottoscrizione con il credito derivante...
Continua a leggere

Sostituzione della delibera impugnata

Ai sensi dell’art. 2377, comma 8, c.c., in caso di sostituzione della delibera impugnata con altra, il giudice è tenuto a verificare l’avvenuta rimozione della precedente causa d’invalidità, e quindi ad accertare, ai limitati fini della ratifica – rinnovazione, se la delibera ratificante...
Continua a leggere

Intestazione fiduciaria di quote e risarcimento del danno

In caso di intestazione fiduciaria di quote di partecipazione al capitale sociale, il fiduciante che lamenti un danno a causa della condotta fraudolenta degli amministratori della società (nella specie, la redazione di una falsa situazione patrimoniale), ha diritto di esperire l'azione individuale...
Continua a leggere

Legittimazione passiva nella revocatoria fallimentare

Nel caso di revocatoria fallimentare di atti solutori il soggetto chiamato alla restituzione delle somme ricevute, tenuto conto del fine che è proprio della revocatoria fallimentare, cioè di ristabilire la par condicio creditorum, è l'accipiens, inteso come colui che essendo creditore del fallito...
Continua a leggere

Responsabile l'amministratore di società ancora iscritto al registro delle Imprese

Dopo la revoca o la rinuncia alla carica ricoperta in una Srl, l’amministratore può essere ritenuto responsabile dei danni nei confronti dei terzi se la cessazione dall’incarico non è tempestivamente iscritta nel registro delle imprese. Lo ha stabilito il Tribunale di Roma...
Continua a leggere

Conferimento di immobile ed imposta di registro

Se si conferisce in società un immobile e, nel contempo, si accolla alla società conferitaria un debito, originato pochi giorni prima dalla stipula di un contratto di mutuo, si pone in essere un «vantaggio fiscale» che non può «spiegarsi altrimenti che con il mero intento di conseguire un...
Continua a leggere

Fondo patrimoniale e azione revocatoria

Il fondo patrimoniale è un atto a titolo gratuito, non crea un diritto soggettivo sui beni ed è così soggetto ad azione revocatoria.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (n. 3641/2018). Per consulenza su di un caso analogo, informazioni oppure per ricevere gratuitamente il testo integrale del...
Continua a leggere

Omologa del concordato e imposta di registro

Il decreto che omologa il concordato fallimentare con intervento di un terzo assuntore è soggetto a imposta di registro in misura proporzionale, a causa degli effetti traslativi che sono provocati dal provvedimento giudiziale; non si può quindi applicare al concordato con assuntore lo stesso...
Continua a leggere

Cancellazione della società e mala gestione

La cancellazione della società postula la liquidazione dei rapporti giuridici facenti capo a essa. Né la società può proporre domanda in giudizio. Il legale che l'abbia comunque patrocinata rischia la condanna alle spese.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (n. 3947/2018). Per consulenza su di...
Continua a leggere

Pagina 2 di 11