TOP

Diritto Bancario

Lo studio dell’avvocato Francesco Chiarappa assiste clienti in relazione ai rapporti con banche ed intermediari finanziari, con specifico riferimento alle problematiche di usura e anatocismo, commissione di massimo scoperto, su rapporti di conto corrente, apertura di credito, mutui, leasing, contratti di finanziamento, strumenti derivati, cessioni del quinto, cartelle di pagamento Equitalia e piani di ammortamento.

Nella fase di valutazione del prodotto bancario e assicurativo, ed in sede di consulenza tecnica di parte, lo studio si avvale esclusivamente di professionisti di fiducia i quali, attraverso perizie econometriche, esaminano con rigore e serietà l’esistenza dei presupposti per la proposizione di azioni giudiziarie.

L’avvocato Chiarappa ha studiato la procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento sin dalla pubblicazione della legge n. 3/2012, aggiornandosi sulle successive modifiche, ed è in grado di assistere i propri clienti in relazione alle procedure di esdebitazione previsti dalla normativa.

Per una breve guida sulle procedure da sovraindebitamento vi invitiamo a leggere https://www.studiolegalechiarappa.it/contenuti/296/Sovraindebitamento.pdf.

Per qualsiasi richiesta può contattare lo studio su https://www.studiolegalechiarappa.it/it/contattaci.html.

Materiale di interesse

Clausola di salvaguardia e usurarieta' degli interessi di mora

La sentenza del Tribunale di Pavia, richiamando orientamenti consolidati in giurisprudenza, afferma che:- anche gli interessi di mora sono assoggettati alla normativa antiusura (L. 108/1996), per il “principio di omogeneità di trattamento degli interessi, pur nella diversità di funzione” e...
Continua a leggere

La mancanza della sottoscrizione della banca sul contratto non lo inficia

La sentenza aderisce al costante orientamento della giurisprudenza di merito secondo cui, sebbene l’art. 117 del Testo unico bancario, nel disciplinare i requisiti di forma dei contratti, preveda al primo comma che questi ultimi “sono redatti per iscritto e un esemplare è consegnato ai...
Continua a leggere

Responsabilità della banca per abusiva concessione del credito a societa' fallita

Il Tribunale di Prato, con la sentenza n. 152 del 15 febbraio 2017, affronta un’ipotesi di concessione abusiva del credito bancario a favore di una società di persone dichiarata fallita. Il curatore è legittimato ad agire, ai sensi dell’art. 146 l.fall. ed in relazione all'art. 2393 c.c., nei...
Continua a leggere

No alla revoca del fido e alla risoluzione del mutuo in danno del cliente in difficolta' economica transitoria

Il Tribunale di Roma (con ordinanza del 02/12/2016) ha deciso un procedimento di urgenza tra una società e un banca avente ad oggetto la revoca degli affidamenti e la risoluzione del contratto di mutuo.In sostanza secondo il Tribunale il peggioramento delle condizioni economiche dell’impresa,...
Continua a leggere

Usura sopravvenuta al vaglio della Corte di Cassazione a Sezioni Unite

La Cassazione Civile (ordinanza del 2484/2017) ha richiesto l'intervento delle Sezioni Unite per capire il destino dei mutui stipulati in epoca precedente alla legge 108/1996 (ma non solo), in cui gli interessi originariamente pattuiti nell'ambito del tasso-soglia, a seguito della sopraggiunta...
Continua a leggere

Quando la segnalazione alla Centrale Rischi di Banca d'Italia è illegittima

Il ritardo nell'adempimento o l'inadempimento, dalla lettura delle istruzioni della Banca d'Italia, non possano giustificare la segnalazione alla Centrale Rischi in posizione di sofferenza.La preventiva attività valutativa dell'intermediario sui presupposti per la segnalazione a sofferenza deve...
Continua a leggere

In tema di anatocismo la capitalizzazione degl interessi sul conto corrente è uso negoziale

La sentenza del Tribunale di Cassione del 27/01/2017 ricorda che l’art.1283 c.c., norma a carattere imperativo ed eccezionale, ammette l’anatocismo a particolari condizioni. Gli interessi scaduti possono produrre ulteriori interessi nella sola ipotesi di interessi dovuti per almeno un semestre e...
Continua a leggere

La banca deve provare l'esistenza del proprio credito depositando gli estratti di conto corrente

La Corte di Cassazione Civile (sentenza n. 1587/2017) ha confermato che in tema di rapporto di conto corrente, accertata la invalidità della clausola che genera interessi a tassi non legali, l'istituto bancario deve produrre tutti gli estratti del conto per ottenere il riconoscimento del proprio...
Continua a leggere

La meritevolezza del debitore nel piano di composizione della crisi da sovraindebitamento

Il Tribunale di Udine (sentenza del 04/01/2017)  fornisce una definizione molto stringente della meritevolezza del debitore che intende utilizzare il piano di composizione.Il criterio acquisito dal giudice è esclusivamente matematico e non consentirebbe di giudicare meritevole il debitore che...
Continua a leggere

La rimessa fatta sul conto corrente senza un valido contratto e' solutoria

La Corte di Appello di Torino con sentenza n. 60/2017 ha affermato che se manca un valido contratto di affidamento, le rimesse intervenute sul conto corrente sono da considerarsi solutorie. La natura solutoria delle rimesse comporta che il termine prescrizionale decorre dalla data di esecuzione di...
Continua a leggere

Pagina 6 di 7