TOP

Le ferite causate dal cane non sono risarcibili se il danneggiato e' stato imprudente

Data pubblicazione: 07/02/2017

La sentenza del 24 Ottobre 2016 del Tribunale di Ascoli Piceno respinge la domanda dell'attore volta a ottenere il risarcimento del danno a causa di un morso inferto da un cane.

La sentenza esamina l'articolo 2052 c.c. sostenendo che se un animale provoca un danno a terzi, ad esempio ferendolo dopo averlo morso, il proprietario è tenuto al risarcimento salvo che il fatto sia avvenuto accidentalmente.

L'animale nella fattispecie era chiuso all'interno di un recinto, l'infortunato avrebbe infilato la mano fra le grate di ferro per toccarlo e pertanto la responsabilità è da addebitare esclusivamente al ferito.

Il danneggiato ha tenuto un atteggiamento imprudente nei confronti di un animale sconosciuto che manifestava segni di nervosismo.

Alla luce di questo il Tribunale ritiene esente da responsabilità il proprietario del cane, che aveva adottato le necessarie misure di sicurezza.