TOP

Revocatoria fallimentare e ricorso per Cassazione

Data pubblicazione: 02/03/2018

Nessuna chance al ricorso di legittimità proposto per ottenere la restituzione dell’immobile ceduto dall’impresa costruttrice poi fallita per il quale si era sottoscritto un preliminare e pagato il corrispettivo con possesso immediato nel bene. Intanto, l’acquirente promissario è consapevole dell’altruità del bene anche se è immesso nel possesso in virtù del preliminare e del pagamento del prezzo. Poi, la presuntiva conoscenza dello stato d’insolvenza dell’imprenditore dipende dalla scelta discrezionale del curatore che il giudice di legittimità, purché motivata, non può valutare.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (n. 4508/2018).

Per consulenza su di un caso analogo, informazioni oppure per ricevere gratuitamente il testo integrale del provvedimento chiami lo 080/8807392, scriva a info@studiolegalechiarappa.it oppure ci contatti attraverso la sezione www.studiolegalechiarappa.it/contatti.